• Trekking

  • Speleologia carsica

  • Speleologia urbana

  • Storia ed archeologia sotterranea

  • Ricerche

Calendario eventi

<<  Ottobre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

LogIn

Chi è online

Abbiamo 541 visitatori e nessun utente online

Statistiche

Utenti
72
Articoli
1743
Visite agli articoli
2658716

Ultimi commenti

I want to go there for a trek with my friends. The place loo...
Qualche fotografia la trovate sulla pagina FB diNapoli Under...
Grazie Antonina per la bellissima giornata, è stato rilassan...
Hi, they has been a new video document about Castleguard cav...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Percorrendo la bassa padana da Reggio Emilia, in direzione sud-ovest, verso La Spezia, può capitare che improvvisamente, uscendo da una curva, ti si pari d'innanzi un isolato blocco roccioso dalle ripide pareti di chiara calcarenite. La visione di questo monolite, così diverso dal panorama circostante, non può non colpire la fantasia ed è certamente per questi motivi che da sempre la struttura geologica è stata considerata una sorta di “Montagna Sacra” a tal punto che anche il sommo poeta, Dante, si sentì in dovere di menzionarla nel quarto canto del Purgatorio (27-42)...

 


La Pietra di Bismantova (click sull'immagine per ingrandire)

Vassi in Sanleo e discendesi in Noli,
montasi su in
Bismantova e ’n Cacume
con esso i piè; ma qui convien ch’om voli;

dico con l’ale snelle e con le piume
del gran disio, di retro a quel condotto
che speranza mi dava e facea lume.

Noi salavam per entro ’l sasso rotto,
e d’ogne lato ne stringea lo stremo,
e piedi e man volea il suol di sotto.

Poi che noi fummo in su l’orlo suppremo
de l’alta ripa, a la scoperta piaggia,
"Maestro mio", diss’io, "che via faremo?".

Ed elli a me: "Nessun tuo passo caggia;
pur su al monte dietro a me acquista,
fin che n’appaia alcuna scorta saggia".

Lo sommo er'alto che vincea la vista,
e la costa superba più assai
che da mezzo quadrante a centro lista.

Al giorno d'oggi l'ascesa a questo monte è certamente più agevole che ai tempi di Dante e infatti una strada asfaltata conduce dal sottostante paese di Castelnovo ne' Monti fino al piazzale di parcheggio nei pressi del rifugio CAI. Da qui è possibile imboccare il sentiero che, costeggiando la montagna, s'inerpica sin sull'esteso pianoro erboso che caratterizza la cima di questa altura.

Per giungere sulla sommità abbiamo percorso un non impegnativo tracciato che, costeggiando le ripide falesie del versante sud-ovest della montagna, conduce in cima senza particolari difficoltà. Lungo il percorso un ignoto artista ha scolpito su alcuni dei grossi massi, residui di antiche frane, gli animali che popolano “la Pietra”: un serpente e un geco sono quelli notati lungo il sentiero ma chissà quanti altri adornano, celati, i sassi di questo luogo magico.

Inerpicarsi sulla spianata sommitale è quasi doveroso se non altro per godere del panorama mozzafiato che viene offerto a piene mani ovunque si volga lo sguardo. L'intera escursione, circa 3 chilometri tra andata e ritorno, è durata poco più di un'ora e il dislivello superato, dal piazzale del parcheggio, è di circa 170 metri, una passeggiata di tutto riposo.

Questa montagna è un vero paradiso per i numerosi gruppi di appassionati climbers che letteralmente brulicano lungo le infinite “vie” che segnano le ripide pareti ed è uno spettacolo soffermarsi ad ammirare gli eleganti movimenti e le sicure prese di questi sportivi mentre sfidano la gravità.

La montagna cela anche altri segreti che però purtroppo oggi sono divenuti inaccessibili a causa di una imponente frana avvenuta il 13 febbraio 2015 evento che ha reso inaccessibile, per motivi di sicurezza, l'intera area dell'eremo benedettino del XVII sec. realizzato su una preesistente chiesetta dedicata al Santissimo Salvatore.

 


L'eremo benedettino della Pietra di Bismantova (click sull'immagine per ingrandire)
Foto di Paolo da Reggio tratta da Wikipedia

Di seguito la traccia GPS per raggiungere la cima della Pietra di Bismantova e le foto che raccontano l'ascesa.

Buona escursione.

 


L'immagine della traccia GPS (click sull'immagine per ingrandire)

Please login to comment
  • No comments found

Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons
Il sito www.napoliunderground.org non rappresenta una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Napoli Underground (NUg) è un'organizzazione indipendente che si occupa esclusivamente di esplorazioni, ricerche, divulgazione e informazione e non è collegata a nessuna delle tante associazioni che praticano turismo e/o visite guidate nella nostra città.

 

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.
Visualizza direttiva e-privacy Documenti