• Trekking

  • Speleologia carsica

  • Speleologia urbana

  • Storia ed archeologia sotterranea

  • Ricerche

Calendario eventi

<<  Giugno 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 

LogIn

Chi è online

Abbiamo 238 visitatori e nessun utente online

Statistiche

Utenti
72
Articoli
1792
Visite agli articoli
3008471

Ultimi commenti

NeandertalMan - Commented on Sotterranei dell'Arena Civica in Joomla Article
Grazie a voi la speleologia urbana ancora vive.
NeandertalMan - Commented on Sulle tracce del Gigante in Joomla Article
Complimenti! Siete fortissimi e, scusate, bonariamente avete...
I want to go there for a trek with my friends. The place loo...
Qualche fotografia la trovate sulla pagina FB diNapoli Under...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Le prime luci dell’alba sciabolano attraverso la via nei cui pressi, un tempo, sorgevano le antiche mura di Mediolanum.

Si apre un portone.

Ci conducono accanto ad una vecchia porticina che stride sui cardini e scendiamo la lunga scalinata in pietra. Anche stavolta Ippolito è riuscito a trarmi dalla letargìa per spingermi ancora dabbasso. Nel cuore delle metropoli. Grandi corridoi, mattoni solfatati, volte a tutto sesto, lunghe teorie di stanze e stanzoni, guardati attentamente dai nostri occhi indagatori. Siamo i predatori del sottosuolo, a caccia dell’ennesimo fantomatico passaggio segreto.

E lo troviamo.

Un muro lo chiude e anche stavolta siamo arrivati con una trentina d’anni in ritardo sulla corsa frenetica dello sviluppo cittadino.

Tanto in alto, quanto in basso. Sopra si costruisce, sotto si tappa e si lasciano, abbandonate a sé stesse, le spoglie di quanto d’antico stava al piano di sopra. Alziamo gli occhi al cielo, in senso metaforico, ovviamente. E le volte solcate da quelle che a tutta prima paiono “strisciate” accendono in noi una luce supplementare, oltre a quella montata sul casco. Stanza dopo stanza queste “strisciate” si ripetono, perché qui vi era, senza dubbio alcuno, un grande rifugio antiaereo. Forse troppo grande. Sulle volte stanno, mute, le impronte delle strutture lignee a rinforzo. Un solitario puntello, ancora in sede, piantato al di sotto di una scalinata, sembra volersi ritrarre dalla luce invadente che gli puntiamo contro.

Dismessi i panni degli esploratori in erba, ci ricaliamo nelle grigie vesti cittadine. Il computer ansima, ci dà i dati che chiediamo. I luoghi del riparo, ovvero i rifugi antiaerei, erano due, uno accanto all’altro, per una capienza complessiva di circa 1.500 persone. Spegniamo il tutto e andiamo a berci un caffè.

Gianluca Padovan (Ass.ne S.C.A.M. – F.N.C.A.)

Click sulle immagini per ingrandire


1. Resti in abbandono.


2. Tombino biricchino.


3. Curiosando qui e là.


4. Sommesse imprecazioni.


5. Tracce di guerra.


6. Una delle stanze adibite a ricovero.

Nessuna immagine

Gli scatti migliori

Nessuna immagine

Il sottosuolo di Napoli

Nessuna immagine

Ultimi post nel forum

  • Monte Sambucaro - Sabato 13 gennaio - da:
    Questa volta si farà, sabato 13, tutti sul Monte Sambucaro, anche detto Sammucro.
    Sulla vetta di questa montagna, posta a quota 1205, e lungo la cresta che sale da San Vittore (quella che...
  • Monte Sambucaro - Domenica 10 dicembre 2017 - da:
    Sabato 16 dicembre, se le condizioni meteo saranno favorevoli, faremo l'escursione al Monte Sambucaro. I dettagli per partecipare sono sempre disponibili sulla pagina Facebook di Napoli Underground...

Forum ExtraTopic

  • La dolce vita - Serata romana - da:
    Era da tempo in programma ma non si vedeva la via di concretizzare questa nuova follia e così, proprio all'ultimo momento, decido di modificare i miei progetti, che questo sabato mi avrebbero...
  • Ancora un break per NUg - da:
    Da domani e fino a sabato 12 agosto, mi prendo un nuovo break. Se riuscirò a trovare qualche connessione internet vi potrei anche postare qualche foto altrimenti ci risentiremo al ritorno....

Tutti i contenuti pubblicati, salvo diversa indicazione, sono soggetti alla licenza Creative Commons
Il sito www.napoliunderground.org non rappresenta una testata giornalistica poichè viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Napoli Underground (NUg) è un'organizzazione indipendente che si occupa esclusivamente di esplorazioni, ricerche, divulgazione e informazione e non è collegata a nessuna delle tante associazioni che praticano turismo e/o visite guidate nella nostra città.

 

Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.
Visualizza direttiva e-privacy Documenti